Categorie
Pensieri

I nostri inizi

Burning Skies

Abbiamo tutti un punto di partenza. Qualcosa da cui ricominciare a riprendere controllo della nostra vita. O più semplicemente un qualcosa con cui partire a fare la nostra, di storia. Il nostro quadro, la nostra composizione.
Il punto di partenza non deve essere necessariamente identificabile. Non ha una data, non è speciale. A volte non si rivela se non a posteriori, con il senno di poi di chi ormai ha l’esperienza giusta per capire certe cose.
Ma la verità è che c’è sempre.

Plasson, personaggio del libro Oceano Mare, cercava l’inizio del mare. Quello era il suo punto di partenza? Non necessariamente. Cercare un inizio non significa ottenerlo. E’ solo una ricerca.
Durante il percorso che vi porterà avanti prima o poi con la coda dell’occhio passerà il momento giusto. Senza saperlo lo prenderete tra le braccia ed ecco a voi il vostro punto di partenza.

Magari non saranno occhi di donna, braccia di uomo. Magari non sarà nemmeno qualcosa di emozionante, tipo un tramonto.
Forse sarà un passaggio di una canzone, che vi farà riflettere. Oppure un campanello che squillerà quando non vi aspettereste mai.
Potrebbe anche essere un semplice risveglio in una mattina nuvolosa.

Il vostro inizio potrebbe essere qualcosa di inaspettato, di normalmente comune. E poi? Cosa succede? Succede che lentamente qualcosa in voi si trasforma ed inizia a protrarsi verso una direzione diversa. Il cambiamento, la forma di voi stessi che non riconoscerete, quella sarà la vera dimostrazione di una nuova strada.

Andrea (sdl)

Di Andrea Grassi

Scrittore, programmatore di siti web. Appassionato da sempre di ogni forma di scrittura (copywriting, marketing, romanzi). Vivo a Montevarchi e non me ne pento.

6 risposte su “I nostri inizi”

Ciao Tea!
Di quale libro parli? Perchè non ho libri in programma per ora ( mi piacerebbe, ma trovala una casa editrice disposta a scommettere su di me 😀 )

PS: Grazie a te che mi leggi e che ti emozioni leggendo quel che scrivo, è un onore 😉

Andrea (sdl)

Sono un pò ingenua, mi hai preso in giro, vero?!?!?! Il libro, Oceano Mare, a quello mi riferivo 😀
E cmq ti tengo d'occhio… se mai dovessi scriverne uno mi piacerebbe moltissimissimo leggerlo 🙂

No, sono io che sono fuso 😀 Ho frainteso il tuo commento.
Comunque si, leggilo oceano mare. E' uno dei miei libri preferiti 😉

Per il mio invece credo ancora dovrai attendere un bel pò 😉

E intanto mi arriva anche "Oceano Mare"…
Tranquillo che per quanto ci metto io a leggere un libro farai in tempo a stamparne un paio tuoi 😀

Rispondi a Andrea (sdl) Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.